Notizie  

Un altro scandalo "surrogato" in Ucraina. Madre surrogata si rifiutata di dare i bambini da lei gestiti ai genitori legittimi.

Nei giorni recenti scandali "surrogati" collegati ad azioni di medianti di malafede nell'ambito di maternit surrogata oppure di "surrogate" truffatrici ucraine diventano notori in tutto il mondo. Purtroppo, casi del genere si rendono pi diffusi in Ucraina ...

Vittime di imbroglioni e dell'imperfetta giurisprudenza ucraina, che sulla bocca di tutti, non sono solamente stranieri, ma anche cittadini ucraini. Basta prendere il caso di Ludmila ed Alexander, cittadini ucraini . La madre surrogata si rifiutata di darli loro figlia nonostante il fatto che in base alla legge debba consegnarla ai genitori legittimi. Esempi dei stranieri creduli sono numerosi. Basta ricordare la situazione di una coppia dei coniugi americani, Jeanette Runyon e Michael Woolslayer. Da tre anni loro cercano di riavere loro figlia "surrogata" Vittoria, che gli stata tolta in modo illegale e consegnata ad una coppia ucraina . Ed anche il caso di una coppia belga, Peter Meurrens & Laurent Ghilain, che stata trattenuta con loro figlio Samuel al confine. Poi, il caso dei cittadini francesi Lieuroc. Gli hanno tolto le figlie, gemelli, nell'attraversando il confine ucraino.

C' una lettera recente, addirittura un grido di dolore. I coniugi speravano di divenatre genitori con l'assistenza di una agenzia in Ucraina. Invece, sono stati sottratti di loro bambini e resi discreduti della gente, non dire niente della somma elevata per il loro programma di riproduzione. Come altri genitori circonvenuti, loro sono stati traditi e "spremuti" di tutti i soldi in loro possesso. Non hanno semplicemente soldi per pagare un altro programma. Truffatori ucraini ed ufficiali indifferenti gli hanno sottratto la possibilit di coronare il loro sogno.

Siamo una coppia italiana. Ci siamo recati ad una agenzia ucraina per un programma di maternit surrogata. I bambini sono nati e la surrogata li ha registrati a suo nome e si rifiuta di darceli. Stato aperto un processo civile. Inoltre durante questo primo processo la surrogata e il marito hanno dichiarato che i bambini sono loro. Ma nessun giudice ha avuto il coraggio di autorizzare il DNA, abbiamo perso solo tempo con documenti inutili (come se si trattasse di un'adozione). Abbiamo aperto un altro processo civile a Bar (paese della surrogata) e uno penale a Vinnitsia (dove risultiamo noi residenti). E' stata aperta un'indagine, il procuratore ha autorizzato il DNA. Loro hanno firmato che accettavano di fare la prova ma non si sono mai presentati con i bambini (per 2 volte).

Ora ha dichiarato in televisione sul canale Telecanl ucraina (forse lo avete anche visto) che ha fatto la surrogata e ha detto tutte bugie, che e' stata costretta a registrare i bambini dopo 2 mesi e mezzo perche' nessuno era andato per reclamarli, che ha paura che usiamo questi bambini per prendere gli organi e che non possiamo portarli in Italia. Peccato pero' che questo e' tutto falso. Inoltre il girono che sono nati i bambini noi gia' stavamo in ucraina e io sono andata subito in ospedale e le ho portato vestitini,biberon,pannoli e l'altro. Piu' le davo 700 grivne alla settimana per le e i bambini in ospedale. Si scopre che lei ha registrato i bambini dopo pochi giorni dal parto (basta vedere i certificati all'anagrafe) e poi il giorno 23 di novembre ha chiesto i soldi allo stato (abbiamo copia della richiesta).

Poi abbiamo scoperto, grazie aquesti avvocati che La societa'a cui ci siamo rivolti la Biotex non aveva mai fatto fare il contratto a lei e al marito e che questi dopo il parto hanno chiesto soldi in piu' per dare i bambini. La societa, senza dirci niente a rifiutato e ci ha fatto aprire la prima causa in tribunale a Bar. Una pagliacciata, con avvocati senza contratto che erano stati incaricati solo di farci perdere tempo per indurci a lasciare stare e provare un altro programma tanto ormai loro tutti i soldi del programma li hanno intascati (abbiamo dei bonifici che dimostrano questo). Cosi' dopo 5 mesi, una volta capito tutti gli imbrogli abbiamo cambiato avvocati. Abbiamo degli avvocati che sono bravi, ma si muovono molto lentamente e sinceramente vorremmo un aiuto maggiore.

Intanto sono 9 mesi che i bambini sono a casa della surrogata che li tieni prigionieri (non sono mai usciti di casa). Possibile che una surrogata possa prendersi gioco di tutto e di tutti, compresa la legge? Perche' nessuno interviene e soprattutto perche' i servizi sociali non intervengono levandole i bambini e tenendoli anche in un istituto fino a quando la legge non decide? Non so se ci potrete aiutare, noi speriamo di si perche' troviamo profondamente ingiusto tutto quello che sta succedendo, e allora che senso ha la vostra legge? e l'art. 123? Solo carta da gabinetto? Oppure uno specchietto per le allodole?

Notizie  

Serve una mamma surrogata? Siete interessati alla fecondazione in vitro e alle pratihe di PMA nei centri di riproduzione a Mosca? Come stipulare legalmente un contratto di maternita surrogata? Nel nostro sito troverete tutto questo e molto altro ancora!
Maternita surrogata